Il Centro torna ad essere fondamentale

La segreteria politica del Nuovo CDU ha espresso un giudizio ampiamente positivo sui risultati elettorali della Sicilia. L’area centrale alleata con il centro-destra ha avuto un ruolo decisivo.

Il percorso del centro intrapreso in Sicilia, se ulteriormente rafforzato e allargato con opportuni coinvolgimenti può essere serio riferimento per i futuri appuntamenti. La presenza organizzata dei cristiani democratici puó essere il fatto nuovo, dopo anni di silenzi, di incertezze, di progetti nebulosi e di sostanziali irrilevanze. Si può riprendere un cammino bloccato negli anni 1993-94. Non si liquidò solo la storia della D.C. e dei grandi partiti che avevano scritto la Costituzione, ma si bloccò l’espandersi della democrazia, la possibilità di correggere errori per andare avanti. Oggi difronte un nanismo avvilente, la lievitazione della proteste, dei populismi, degli estremismi inconcludenti, si avverte il bisogno di ragionare, di fare politica. E la politica si può riprendere se rivive la stagione della dialettica, del confronto sui progetti della vita e della società. Se non non si abbattano le resistenze all’affermarsi dei valori e del pluralismo delle idee, prevarrà un pragmatismo senza respiro. Si vive il presente senza coraggio e senza visioni.

La segreteria politica del Nuovo CDU, si é richiamata al suo progetto iniziale, del maggio del 2013 Parco dei Principi di Roma, volto alla ricomposizione dell’area di centro di ispirazione cristiana. I tempi sono maturi. Le elezioni politiche ne sono l’occasione. Il sistema elettorale attuale non affascina ma la nostra presenza può bilanciare visioni di depauperismo democratico sempre in agguato e minaccioso. Lo stesso giorno 9 novembre tutta la Segretaria politica del Nuovo CDU si è trasferita a Piazza del Gesù dove l’Associazione della Democrazia Cristiana, guidata dall’on. Fontana, ha aperto i propri locali nella storica sede della D.C. Ho visto tanti amici. Tanti ricordi. Tanti pensieri. Tante emozioni. Un ritorno a casa? Certo un tentativo da incoraggiare per restituire dignità a un passato e impegnare il futuro. Un ritrovarsi non per fare una sommatoria di sigle ma per sentirci protagonisti senza complessi. Riprendiamo con orgoglio la nostra storia senza fermarci contrastando le troppe strumentalizzazioni. Finalmente liberi con i nostri pensieri forti! Una grande sfida. Ne vale la pena per essere vivi!

MARIO TASSONE

Logo 250

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *